Ci sono mai stati veri astronauti, o è stato tutto un clamore?

Santa mucca … ora sta iniziando a diventare un po ‘personale!

“Ci sono mai stati veri e propri astronauti … o è stato tutto un clamore?” “Vieni ora. Sto pensando di essere un astronauta duro e dannatamente duro!

Per rispondere onestamente alla tua domanda – avendo guardato il link che hai fornito e l’annuncio di giornale / rivista (sotto) – “veramente duro” suggerirebbe un tipo di body-builder, fisico scolpito con molti muscoli e addominali da sei.

Alla luce di questa premessa, molti astronauti nella memoria recente possono indossare abbastanza bene il tuo mantello “duro”. Includono Charlie “Scorch” Hobaugh, Leland “Velvet” Melvin, Robert “Beamer” Curbeam, Mike “Hopper” Hopkins e uno dei nuovi astronauti, Victor Glover. Ovviamente la lista non sarebbe completa senza aggiungere Astro Clay (nel suo massimo, ovviamente!). In realtà, non ho visto un “six pack” visibile da quando mio padre mi ha chiesto di portargli un po ‘di Miller Lite!

Tuttavia, l’ulteriore contemplazione della tua domanda mi porta a fermarmi un attimo e ad analizzare furtivamente quali informazioni cerchi veramente. E in questo contesto, con me che sono un astronauta americano, modellerò i miei commenti per quel segmento della popolazione generale astronauta / cosmonauta / taikonaut.

Gli astronauti sono duri. Ognuno di noi ha una durezza mentale tanto necessaria, dato lo stress del lavoro e le esigenze per conoscere e comprendere una moltitudine di sistemi spaziali tecnici per più veicoli. Inoltre, dobbiamo raggiungere un livello di competenza certificato con la lingua russa. Solo questo requisito richiede un livello di forza mentale che pochissimi possiedono.

Anche gli astronauti sono fisicamente robusti. Mentre molti di noi non hanno il fisico Franco Columbo o Arnold Schwarzenegger o Scorch Hobaugh, manteniamo una resistenza fisica che ci permette di esibirci in una tuta da ginnastica da 400 libbre con guanti delle dimensioni dei guanti da forno. Inoltre, i compiti che ci aspettiamo di eseguire – senza errore a proposito – potrebbero costarci la vita se quella tenacità fisica e mentale diminuirà … persino per un secondo. Non penso che Franco o Arnold abbiano mai dovuto lavorare davvero sotto pressione in quel modo.

Quindi, c’erano mai stati veri astronauti? Accidenti, c’erano. Ognuno di loro.

Continua a cercare!

Related of "Ci sono mai stati veri astronauti, o è stato tutto un clamore?"

Come parte della missione Voshkod 2, il cosmonauta russo Alexey Leonov divenne il primo umano a svolgere un’attività extraveicolare il 18 marzo 1965. Ciò significava che (volutamente!) Uscì da un veicolo spaziale mentre viaggiava oltre 15.000 miglia all’ora e centinaia di miglia in aria. Si è completamente esposto allo spazio aperto, con solo un breve laccio per impedirgli di volare via completamente.

Trascorse 12 minuti a cavallo fuori dalla sua astronave Voshkod. Quando ha cercato di rientrare, ha scoperto che il suo vestito si era gonfiato troppo a causa della mancanza di pressione nello spazio e non poteva rientrare attraverso il portello. Così è stato costretto a depressurizzare la sua tuta mentre galleggiava nello spazio fino a quando non poteva rientrare. Per citarla:

“Il mio vestito stava diventando deformato. Le mie mani erano scivolate fuori dai guanti [e] i miei piedi uscivano dagli stivali. La tuta si è sciolta attorno al mio corpo. Dovevo fare qualcosa Non potevo tornare indietro usando il cavo. E per di più, con questo abito deformato, sarebbe impossibile infilarsi nella camera di equilibrio. ”

Come parte di Gemini 4, Ed White divenne il primo americano a svolgere un’attività extraveicolare. Lo fece il 3 giugno 1965 e trascorse 20 minuti nel vuoto dello spazio.

Cosa ha pensato dell’esperienza?

“Sto tornando in … ed è il momento più triste della mia vita.”

Non voleva fermarsi.

Una volta sono andato al paracadutismo. Ero solo a circa 2,5 miglia in aria, viaggiando solo a poche centinaia di miglia all’ora. Se non fossi fisicamente attaccato all’istruttore di paracadutismo (che non mi lasciava alcuna scelta in proposito) non c’è modo che all’inferno sarei saltato fuori dall’aereo.

Se quegli uomini non erano duri, nessuno lo è.

difficile

təf /

aggettivo

  1. 1. (di una sostanza o di un oggetto) abbastanza forte da resistere a condizioni avverse o manipolazione rude o incauta.

Considerando la definizione di “duro”, direi che erano e sono ancora veramente duri. L’allenamento e il condizionamento per andare nello spazio sono molto rigorosi. Lo studio necessario per acquisire la conoscenza e la comprensione necessarie per svolgere i compiti di un astronauta è abbastanza estenuante. Ogni astronauta doveva sopportare cose che la maggior parte della gente non poteva sopportare. Quindi sì, c’erano e sono ancora veramente astronauti duri. Penso che la domanda migliore sia: ci sono astronauti che non sono veramente duri?

C’è molto da dire nel fraseggio qui, quindi cercherò di decomprimerlo.

Gli astronauti sono duri? Il ritaglio di cui fai riferimento è un annuncio da molto probabilmente una rivista per uomini o addirittura un libro di fumetti da un periodo in cui la tenacia era definita unicamente dalle abilità fisiche. Dà il nome di ciò che stipulerò a un importante bodybuilder.

Il bodybuilding è duro e richiede molta dedizione e impegno. Suppongo che sia un apporto di forza, ma in realtà si traduce in misera capacità. Se i body builder fossero i migliori in tutto, o viceversa, il migliore nell’attività fisica sarebbero i bodybuilder. Solo su questo da solo, essere un bodybuilder duro non è troppo alto.

“Mai duro o semplicemente hype”

Questo bit sembra indicare che sei scettico riguardo la durezza richiesta. I primi astros del programma Mercury furono estratti dai programmi militari d’elite incentrati su coloro che erano coinvolti in voli di prova di caccia a reazione. Le ore di estenuanti studi, esercitazioni e prove pratiche per diventare un pilota collaudatore che potrebbe morire ogni volta che entri in un jet sembra piuttosto difficile per me. Per non parlare del fatto che, per esempio, John Glenn era un marine e non credo che avrei voluto combattere con lui, se fosse l’altro metro di forza.

Gli astronauti erano forti? implica che non sono ora duri. Forse non sono tutti marines o membri del servizio attivo ma se puoi ottenere un dottorato in biochimica da Rice come Peggy Whitson, allora lavora per la NASA e poi trascorri un totale di oltre 500 giorni nello spazio, scendendo dal tuo ultimo all’età di 57, allora puoi lamentarti degli astronauti che non sono duri.